Home > Senza categoria > A TERRACINA

A TERRACINA

27 Novembre 2006


Avete presente quando si parla di cose “immortali”, “indimenticabili”, “storiche”??…be, la trasferta di oggi lo è stata, è stato tutto cio, e tanto, tanto altro, che un semplice racconto su di un piccolo blog non potrà mai raccontare appieno. Anche questa entra nelle trasferte indimenticabili, da 4 anni a sta parte. Grazie a tutti, davvero!

La punta è molto larga, alle 12 al solito posto, ed è terribile constatare che sul pulman siamo in pochi (molti hanno dato buca). Una buona 15ina di ultras e altra gente appassionata di LVPA. Si parte in classico ritardo, sul pulman tira aria strana, quasi triste, si chiacchiera, si beve a volontà il vinello portato da r., e proprio lui (forse influenzato dal vino…) cerca di tirare su gli animi, e come al solito ci riesce! Tante chiacchiere e risate goliardiche, il viaggio cambia in pochi minuti, e ci carichiamo! Arriviamo a terracina per le 14:20, ma l’autista si perde e cosi arriviamo tardi allo stadio, ci perdiamo i primi 10 minuti su per giu (in stile frascati!). Entriamo nel Colavolpe, prepariamo gli striscioni e intanto subiamo il primo gol: ci è sembrato biagetti, l’ex di turno, ma non ha importanza, gia stiamo sotto…

Sapevamo che sarebbe stata una gara tosta in campo, la LVPA sembra non esserci però, viene addomesticata dai tigrotti ed imbavagliata, per giunta manca Bernardi che, vuoi o non, è la punta di diamante; l’assenza si sente, in campo c’è solo un buon terracina, nulla più, i ragazzi con la maglia rossa provano a far quattro passaggi di fila, ma al secondo sono gia in bambola… Noi sugli spalti invece partiamo alla grande, e piano piano va sempre meglio, siamo compatti e grintosi al punto giusto, come ogni santa trasferta, insomma “ci facciamo sentire”. Arriva l’intervallo, buono per tirare le prime somme:ci aspettavamo si una gara tosta, ma comunque anche tanto spettacolo, sia in campo (delusi)sia sugli spalti di casa, ma siamo capitati nella giornata sbagliata visto che la curva mare a quanto pare sciopera, pazienza. Ci dirigiamo al pulman per pendere qualcosa da bere, visto il mal di gola, ma troviamo solo l’autista che con pinze e altra roba in mano ci comunica “a rega il pulman s’è bloccato, non se apre più”…il nostro rapporto con i pulman non è dei migliori, tra autisti incapaci, autisti che ci lasciano allo stadio e scappano, ci mancava solo questa…la partita ricomincia e noi ricominciamo a cantare, dando il massimo, ancora di più: 20minuti ininterrotti con lo stesso coro, spettacolare, ignorando il pulman rotto, le gole infuocate, il caldo, il raddoppio del terracina, e il brutto gioco frascatano!GRANDIOSI RAGAZZI! verso la fine riprendiamo fiato, e la squadra non da cenni di vita. Rassegnati al 2a0 arriva il gol della bandiera, in una mischia l’arbitro fischia un rigore per noi:non è che ci abbiamo capito molto, siamo rimasti meravigliati però visto che per i 92 minuti antecedenti l’arbitro aveva diretto a senso unico, e non certo a favore nostro…Barile segna per le statistiche, il tempo di recuperare palla in difesa e l’arbitro in fretta e furia ci manda a casa prima che possa succedere l’impensabile fino a 3 minuti prima…!

Noi salutiamo la squadra col solito “Frascati Champagne”, ininterrotto fino a quando le guardie ci danno l’ok per andarcene dal colavolpe. Un altra splendida trasferta peccato sul campo non sia andata bene, prima sconfitta stagionale. Il viaggio di ritorno è un po lungo per code varie, ma ci viene in mente l’idea di far dirottare il pulman facendolo passare per i castelli, anche per evitare l’inutile coda del raccordo: tiriamo fuori di nuovo tutto, tra risate e cori, attacchiamo tutto sui vetri del pulman, bandiere e stendardi, e dopo aprilia e cecchina arriviamo finalmente ad albano dove scarichiamo un po di rabbia con cori ed altro che non posso citare in un blog, vero s.?? visto che quest’anno il derby non c’è…Trema la piazza di albano al nostro passaggio, con sguardi increduli della gente che passeggia li attorno…GRANDI!!!tanta tanta goliardia fino all’arrivo a Frascati, dove salutiamo tutti e ci dirigiamo a casa.

Dicevo, avete presente qualcosa di “storico”, di “indimenticabile”? be questa trasferta lo è stato, ha rafforzato ancor di più il mio rapporto con questa gente, e penso anche gli altri abbiano avuto la stessa sensazione, e spero proprio tutti, tutti!!!speriamo sia sempre più saldo questo rapporto, perche di mollare questa gente, e questa LVPA, non ne ho, e non ne abbiamo voglia!

FOTO TRATTA LIBERAMENTE DA www.lupafrascati.it

MERCOLEDI A CIVITACASTELLANA PER PROVARE NEL MIRACOLO DI COPPA ITALIA, BISOGNA ESSERCI!!!

AVANTI LVPA!

ULTRAS FRASCATI NON OMOLOGATI

I commenti sono chiusi.