Archivio

Archivio Agosto 2007

isola liri-frascati

30 Agosto 2007 Commenti chiusi

appuntamento alle 5 e 30 al solito posto e i due della drinking class più l’amico valerio di nobiltà capitolina lazio sono pronti a partire come unici rappresentanti del tifo frascatano(visto che gli altri erano tutti tutti tutti in vacanza) per questa trasferta che si preannunciav INSIDIOSISSIMA.Neanche il tempo di fare due chiacchiere con Valerio e il tempo vola,così ci apprestiamo a scendere,fatti i soliti piani prima di stare in giro per partite del genere ci sistemiamo sotto il settore di casa a chiacchierare con qualche giocatore squalificato per passare il tempo.Passa una mezz’oretta e gli isolani iniziano a confluire all’interno dello stadio e una volta che entrano i loro con striscioni e tamburi(!?) ci decidiamo anche noi finalmente ad entrare a sistemare il nostro materiale e ad ascoltare e a fare improbabili balli sulla musica che il dj di isola liri metteva.Finalmente le squadre entrano in campo e appena viene fischiato il calcio d’inizio partiamo a cantare,certo cantare in tre è deprimente a volte ma ormai eravamo in ballo e dovevamo ballare,e CAZZO SE ABBIAMO BALLATO A DOVERE!!!la Lupa pensa bene di illuderci andando a segno al quarto d’ora e noi esplodiamo,ma la gioia dura poco e l’isolaliri in una ventina di minuti fà tre gol…certo a scoraggiarti cose del genere ti scoraggiano ma il coro che abbiamo fatto appena subito il terzo gol è tutto un programma,NOI NON MOLLIAMO MAI,NOI NON MOLLIAMO MAI,METTETEVELO IN TESTA!METTETEVELO IN TESTA!!finisce il primo tempo e cerchiamo di risolvere l’arcano della pezza con  l’elmo trojano(simbolo degli sharp) apparso trà le loro pezze e poi subito levata…certo,di sharp non ce n’erano ma insomma,boh!rientrano le squadre e noi ormai senza voce ripartiamo a cantare con cori ormai goliardici e "inni" della drinking class all’alcolismo e alle puttane.Finisce la partita sul 3a1 e noi stacchiamo le pezze e ce ne andiamo fuori al settore nostro ad aspettare un’eventuale visita che dopo un’offesa fattaci da un simpatico ultrà del’isola liri sembrava sempre più probabile,così essendo in trasferta ci mettiamo fuori ai cancelli del settore ospiti preparandoci a quello che ci sembrava inevitabile…niente di niente e così ce ne torniamo a Frascati e portiamo a mangiare Valerio ad una fraschetta solo che la merda ci accanna prima perchè non si sentiva bene e così io e nardux ci siamo dovuti fare tutto a fette!ma alla fine va bene così,una trasferta alla grande,una trasferta dove abbiamo mostrato i muscoli della drinking class (seppur minimi perchè unici due non in vacanza)e dove eravamo pronti a sfilarci anche il cuoio in ogni occasione non mostrando mai segni di cedimento;non è mia abitudine fare autocelebrazioni ma stavolta ce lo siamo meritato veramente!una trasferta che personalmente dedico a tutti quei frascatani che pur potendo venire non sono venuti .ci vedremo poi sulle gradinate eh…

Prosegui la lettura…

BAD BOYS III° parte

30 Agosto 2007 Commenti chiusi

Prima gioia della calda estate…anzi "caldissima"

Prosegui la lettura…

diva futura casual firm

30 Agosto 2007 Commenti chiusi

mi scuso con tutti i ragazzi della diva futua casual firm ma solo ora mi sono ricordato che andava pubblicato il comunicato…

Nata ufficialmente, durante la notte del 12 Luglio 2007, la "DivaFutura*CasualFirm", prima ed elitaria esperienza di aggregazione ispirata alle "gesta eroiche" di Roberta Missoni, Valeria Visconti, Sofia Gucci e compagnia bella… da un’idea di afecionados&Nardux, che speriamo possa raccogliere adesioni in tutta la penisola e non solo. Questo il primo Comunicato, il numero 1, riportato sui nostri myspace. Requisiti necessari per sostenere la causa della rigorosa DFCF sono: un’innata propensione all’alcoolismo militante, una dose esagerata di goliardia, una forte ed incondizionata passione per il calcio e la nazionale italiana (intesa come maglia azzurra della nostra Patria e non certo come agglomerato di "beautiful&piacioni" in cerca di fama), predisposizione a girare il mondo all’insegna del sano e sfrenato turismo sessuale approfittando degli impegni ufficiali ed amichevoli dell’Italia e, soprattutto, la sottoscrizione dell’accordo… "Se entri a far parte della firm non puoi più uscirne!". Una pezza, al momento in fase di elaborazione, accompagnerà la maglia azzurra già dall’impegno del prossimo 22 Agosto in terra d’Ungheria. Nel frattempo il nostro marchio occuperà a mò di promozione pubblicitaria le vetrine di ogni myspace ed ogni blog potenzialmente interessato alla questione. È proprio il caso di dirlo:

il calcio è più che mai un pretesto!
Il sesso avrà sempre la precedenza

Prosegui la lettura…

BAD BOYS II° parte

30 Agosto 2007 Commenti chiusi

Senza avversari   Monterotondo-CV (amichevole)   Tarda ad arrivare la prima vittoria stagionale, siamo alla terza pagina del capitolo precampionato e il bollettino parla di due sconfitte e un pareggio. Come con l’Albalonga, anche questa sconfitta è giunta contro una squadra di serie D, ma limitatamente al gioco la differenza non si è vista. La manovra anzi è parsa buona, la differenza però la fanno l’attacco e la difesa. Il primo, con un Gagliardini comprensibilmente lontano dalla condizione migliore, è inconcludente; la seconda, che ha preso su uno svarione il gol che ha deciso l’incontro e che si è fatta pure infilare da un paio di contropiedi preoccupanti, non convince ancora. Mister Caputo, comunque, ostenta tranquillità. Passando alla partita in gradinata, il contingente nerazzurro al seguito è stato composto da una ventina scarsa di unità. La partenza da Civitavecchia è stata ritardata e durante il viaggio un’auto ha fatto una imprevista scorrazzata per Fregene. Allo stadio siamo comunque entrati in orario decente, un quarto d’ora prima della partita. Segni di presenze ultras locali? Nessuna. Ci prendiamo la loro gradinata, e qui l’unica testimonianza archeologica riconducibile alla tifoseria gialloblù (o ad altre?) è qualche pezzo di scotch alla balaustra. Comunque attacchiamo Bad Boys (con pezza Castelli), pezza Cv Ultras, "Brigata Faro" ripiegato a mostrare solo il nome del quartiere, Lady Veleno Vive e Brigata Veleno. Numerose le bandiere, si accende anche una torcia all’entrata in campo (quando peraltro non tutti sono presenti) e si canta, ricordandoci pure di rimarcare l’assenza dei locali, aggravata dalla vecchia ruggine. Nel secondo tempo la goliardia, nonostante l’afa, raggiunge livelli altissimi, un coro viene tenuto per un quarto d’ora, si fanno ripetute finte cariche e ci si diverte, anche se il campo non ci regala emozioni. Si torna a casa, "figurativamente", con serenità e ci si dà appuntamento alla prossima presenza: domenica 26 agosto in gradinata popolare, per l’amichevole contro il Tivoli, squadra di Eccellenza, alle ore 18.

Prosegui la lettura…

Il Pensiero su Aversa-Unione Sportiva 1920

30 Agosto 2007 Commenti chiusi

Ma siamo andati ad Aversa??? Mmmmmm si… tre minuti solo tre minuti….  forse il destino ci aveva anche avvisato ma noi non vogliamo sentire neanche quello, ci piace fare i giri turistici…delle statali e tangenziali. Vai là, svolta qua, noi vai di là.. Acerra Acerra, paga paga 0.70, 0.70, scusi dove è la strada? Nooo torna indietro esci a Licola, scusi dove si va? Allor va ritt… gir a sinistr… esci là aspè che mo te lo scrivo…Aversa sud? No nord nord. Tre semafori per tre minuti…Eccoci siamo presenti! Triplice fischio.. tutti via! Ohhhhhhh la maglietta neraaa ma che fa? chiama alla maglia gialla? o arancione? booooo! Vabbè facciamoci una pizza… quanti ne siete? 5, eh ma noi abbiamo solo 3 pizze!! Ma che verament??? mmmmmmm…

Prosegui la lettura…

Anno caldo per i tanti derby: sicurezza ma anche severità

30 Agosto 2007 Commenti chiusi

Gli stadi sono sicuri, ma oltre alle strutture bisogna pensare ai tifosi. O meglio, a tutti gli spettatori delle partite, affinché;; il calcio ritorni un intrattenimento per le famiglie. E’ l’indirizzo dato dal nuovo Prefetto di Alessandria, Francesco Castaldo, il quale, riunito il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza, ha fatto il punto della situazione sull’agibilità degli stadi in alcuni casi dati in forse. Tutto regolare, dunque, ma la preoccupazione maggiore per lo stesso Prefetto e per le forze dell’ordine saranno proprio i tifosi. Il calendario calcistico di serie D ricco di derby provinciali con Alessandria, Casale, Derthona e Novese potrebbe creare più di un attrito tra i gruppi organizzati. Fin da subito ultras e capipopolo dovranno mettere in conto che ogni situazione violenta o di vandalismo verrà punita con la massima severità.

Prosegui la lettura…

BAD BOYS I° PARTE

30 Agosto 2007 Commenti chiusi

Nubi d’agosto
 

Prosegui la lettura…

FOTORACCONTO TRASFERTA A CELANO

29 Agosto 2007 Commenti chiusi

in tribuna prima dell’incontro

Prosegui la lettura…

FONDI SIAMO NOI

29 Agosto 2007 Commenti chiusi

Fondi siamo noi  4a puntata

…nuovo appuntamento con la rubrica "Fondi siamo Noi" dedicata alle interviste indiscrete a personaggi e simboli della nostra splendida città che hanno vissuto o vivono ancora oggi da protagonisti indiscussi nel pianeta pallonaro rossoblu. Dopo aver ascoltato ZioGerry, Ottavio "Bargigia" Grillo e Mister Lidano Serapiglia oggi vi proponiamo un riassunto della chiacchierata che i nostri inviati hanno intrattenuto nei giorni scorsi presso lo Stadio "Arnale Rosso" con l’inossidabile ZioAlessandro. Autentico sempreverde del calcio fondano, Alessandro Forte è da ben 33 anni impegnato come "custode di strutture sportive" e naturalmente dei campi sportivi cittadini. A lui, come sempre, le nostre domande…

Prosegui la lettura…

SOTTOTITOLI

29 Agosto 2007 Commenti chiusi

Sottotitoli luglio’07

…prendiamo spunto, stavolta, da una t-shirt che sta spopolando negli ambienti ultras di tutta Italia per firmare il Sottotitolo del mese di Luglio. Caldissimo come non mai, accompagnato da un tasso d’umidità spaventoso che mette a dura prova la ragione. Se a tutto ciò aggiungete una cena tra amici a base di vino rosso e carne alla brace in un ristorantino a 600 metri sul livello del mare oppure una zuppa di pesce bagnata da un bianco d’annata sulle rive del Tirreno allora la malinconia per il primo mese senza pallone passa via in un istante. Restano, invece, le riflessioni su una stagione, "agonistica" se così la vogliamo ribattezzare, che lascerà tracce importanti nella storia del calcio italiano ed internazionale. Andare per ordine dopo un "antipasto della casa" ed una valanga di "gnocchetti con funghi porcini e vongole", e soprattutto tante di quelle brocche svuotate come ingordi, resta assai difficile. Per una volta allora, almeno nel mese del relax, in attesa di entrare in azione… tra arrivi di facce nuove e presentazione ufficiale, raduno e poi ritiro, amichevoli ed esordio ufficiale, permetteteci un’eccezione confusionaria. Nella forma, ma non nei contenuti, come sempre significativi. Tanto per salutare l’Anno Accademico 2007.2008 ed avvicinarci a piccolissimi passi alla stagione che verrà, nel segno di ciò che è stato e ciò che sarà, con l’attenzione e la serietà di un esperto commercialista ma la spontaneità di uno che non vuole arrendersi e se ne frega letteralmente se "dirlo può essere pericoloso". Anzi…

Partiamo dalla fine, procediamo a ritroso. Lo scorso 4 Luglio, ad Acquisgrana, in Germania, si è tenuta (o meglio, doveva tenersi…) la partita più corretta d’Europa, sotto lo slogan "Lo sport al posto della violenza". Beffa del destino tutto è finito a calci e pugni, quasi si trattasse di una barzelletta. Eppure il messaggio era di quelli forti e di grande attualità, i presupposti per novanta minuti di sano buonismo non mancavano. Peccato però che non mancasse nemmeno l’eroe della giornata, vero "the man of the match", un giovane 24enne che ad un certo punto non è riuscito a trattenere la sua voglia di sportività ed ha urlato a squarciagola un invito: "Giocate in maniera corretta!". Esplicito, se vogliamo anche un tantino delicato, che ha assunto le sembianze di una provocazione per alcuni giocatori. Uno di questi, in particolare, ha reagito prontamente andando a cercare sugli spalti "il ribelle", spalleggiato in seguito da altri quattro atleti. Il risultato? Mega rissa, prima verbale, poi fisica, e lo spettatore pacifico riempito di botte sotto gli occhi di una platea incredula ed impaurita. Non meravigliatevi però… eccovi un’altra notizia sconcertante. Rio de Janeiro è famosa nel mondo non solo per il Carnevale più pazzo e colorato, non solo per le curve mozzafiato delle sue dolci figliole ma anche e soprattutto per il monumentale "Maracanà". Ebbene, non ci crederete ma il tempio del calcio verrà presto ceduto dallo stato brasiliano ad alcuni soggetti privati per sopperire in parte ai pesantissimi debiti accumulati, come ha comunicato l’Assessore al Turismo di Rio, tale Eduardo Paes. Brasile-Ecuador sarà l’ultima partita prima dell’asta pubblica prevista per il prossimo 17 Ottobre. Lo stadio che ha ospitato grandi campioni nonché il mitico Lino Banfi nei panni del grande Oronzo mister della Longobarda potrebbe diventare ora esempio mondiale di modernizzazione strutturale se andranno in porto i progetti di alcuni imprenditori che hanno in mente di costituire un complesso di concessioni con diverse imprese. A "qualcuno" sembra addirittura piacere, a noi sinceramente fa rabbrividire. Ma anche in questo caso… niente di cui meravigliarsi!

Prosegui la lettura…