Archivio

Archivio Settembre 2007

L’INFILTRAZIONE NEOFASCISTA DELLE CURVE – I parte: 1995-2000

30 Settembre 2007 3 commenti

L’INFILTRAZIONE NEOFASCISTA DELLE CURVE – I parte: 1995-2000

di Ugo Maria Tassinari* Italia-germania43.jpg

Prosegui la lettura…

ULTRAS…ULTRA’

30 Settembre 2007 Commenti chiusi

Con il termine ultras (o ultrà) (derivato dal francese ultra-royaliste, di origine latina, indicante i più fanatici attori del terrore bianco) si definisce il tifoso organizzato di una determinata società sportiva, più frequentemente di tipo calcistico, ma spesso anche di pallacanestro, hockey, pallanuoto ed altri sport.

Prosegui la lettura…

Incidenti fuori dal «Franchi»

30 Settembre 2007 Commenti chiusi

Incidenti fuori dal «Franchi»

È STATA una trasferta movimentata quella di Firenze per alcuni tifosi romanisti. Due di loro, nonostante fossero stati raggiunti da Daspo, hanno acquistato il biglietto per lo stadio direttamente nel capoluogo toscano, con conseguente arresto. Altri due sono stati invece denunciati perché trovati in possesso di coltelli. Stesso provvedimento per un sostenitore fiorentino che, assieme ad un gruppo di ultrà viola, ha assalito e danneggiato un auto con a bordo dei supporter giallorossi che hanno avuto la disavventura di sbagliare strada e di trovarsi lontano dal settore a loro destinato. Durante i controlli prima della gara su strade e nelle stazioni ferroviarie 25 ultrà della Roma sono stati trovati in possesso di piccole quantità di stupefacenti e 26 non sono stati ammessi allo stadio perché hanno tentato di introdurre delle aste. Qualche incidente fuori del «Franchi» prima del fischio d’inizio che hanno reso necessario l’intervento dei carabinieri con una carica di alleggerimento. Dal campo: oggi la Roma riprenderà gli allenamenti in vista della sfida con l’Inter. Nonostante il pareggio con i viola Totti non rinuncerà a festeggiare il suo trentunesimo compleanno con i compagni che, per l’occasione, gli hanno confezionato un video con gli auguri. Il capitano sta migliorando dal problema ai flessori: ieri si è allenato in palestra. Ci sarà anche Perrotta, nonostante ieri non fosse a Trigoria. Da verificare le condizioni di Taddei, sostituito per un problema muscolare. «Ha sentito pizzicare il polpaccio» spiega Spalletti. Rischia di saltare l’Inter: oggi gli esami.

Comuinicato a difesa del gruppo

30 Settembre 2007 Commenti chiusi

Comuinicato a difesa del gruppo

In riferimento a quanto letto sui quotidiani "Corriere della Sera" e "La Nuova Venezia", i Vecchi Ultrà vogliono fare chiarezza e sostengono quanto segue:
L’allontanamento degli allora "Rude Fans" e "Nuova Guardia" alias "A Sostegno Di Un Ideale" alias "Gate 22" dalla Curva Sud F. Morosini da poco più di un anno, è dovuto solo ed esclusivamente alla mancanza di rispetto che per troppo tempo questi ragazzi non hanno saputo dimostrare nei confronti dei Vecchi Ultrà (gruppo ricordiamo che vanta al suo interno personaggi storici del tifo unionista che, con il loro impegno e la loro costanza, ancora oggi, dopo anni di sacrifici e presenze importanti, continuano a trasmettere ai più giovani, orgoglio, umiltà, rispetto, valori necessari e fondamentali sia all’interno di uno stadio che nella vita)!
Umiltà che continuano a non dimostrare, purtroppo, certi ragazzini (specchio della società moderna) strumentalizzati come al solito da interessi politici totalmente estranei al movimento ultras e al mondo calcio.
In questi giorni alcuni politici (militanti ovviamente in partiti di sinistra e centro sinistra quali Rifondazione Comunista, Verdi e Margherita) hanno depositato al sindaco di Venezia Cacciari, un interrogazione per mezzo la quale vengono mosse, ai Vecchi Ultrà, accuse infamanti e pesantissime prive di ogni fondamento tra le quali: violenze, minacce, militanza in partiti e/o gruppi di estrema destra ecc.
La "recidiva" Nuova Venezia, solo una settimana fa, si era messa in evidenza pubblicando un articolo relativo all’arrivo in laguna di un nuovo socio, articolo vergognoso che mirava a screditare l’immagine di Agnellini (imprenditore bresciano indagato in passato per aver militato in gruppi di estrema destra, amico dei fratelli Poletti interessato ad investire nuovi fondi nella società), ma che per "La Nuova Venezia" risulta essere solo ed esclusivamente un "Ex Terrorista" (intitolavano così le locandine il giorno dopo la pubblicazione dell’articolo). Sempre in merito al caso Agnellini, vogliamo ricordare come, circa un anno fa, dopo essere stato presentato come il nuovo socio della SS. Calcio Venezia, a causa di pressioni politiche e a causa di attacchi mediatici fu costretto, solamente dopo poche ore, a dimettersi dalla nomina. Alla luce di quanto sta accadendo sosteniamo che è in atto una "Campagna Preventiva di Repressione" nei confronti di chi pensa e agisce contro gli interessi dei politici e dei giornali a Venezia.
I Vecchi Ultrà negando qualsiasi tipo di associazione-collaborazione con gruppi e/o partiti di estrema destra ribadendo la linea apolitica del gruppo invitano i politici in questione ad occuparsi di argomenti più seri evitando di sprecare il loro tempo (e quindi il nostro danaro) per inutili e indocumentabili interrogazioni e invitano i giornalisti a non abusare della carta stampata come mezzo di disinformazione.
In una società priva di qualsiasi valore e governata da una finta democrazia e libertà ringraziamo tra tutti:la giunta di Venezia e le redazioni dei quotidiani sopra citati per il rispetto, la professionalità, la coerenza e per l’imparzialità dimostrata.

VECCHI ULTRA’
1998

Cynthia – LVPA FRASCATI

30 Settembre 2007 Commenti chiusi
L’appuntamento per questa , seppur breve , trasferta è come sempre per le 15 al Mamilius . La Drinking Class oggi riceve la visita di un ragazzo di Nobiltà Capitolina Lazio . Dopo svariate birre ingurgitate si parte alla volta di Genzano . Arrivati a Genzano sistemiamo le pezze e si comincia subito a tifare . Oggi abbiamo con noi un simpatico occhio indiscreto ….. la televisione . Incuranti di questo occhio si va avanti per la nostra strada . Da notare che due striscioni non sono stati fatti entrare . Motivazione ? PERCHE’ DI CARTA !!! Comunque uno di essi era dedicato al nostro caro Appettiti , uomo infame che fino al giorno prima del suo trasferimento al Cynthia , sputava solamente (scusatemi il termine) merda sui genzanesi. Colgo l’occasione per salutare anche quei due infami di Bernardi e Petroccia (manco le punizioni ti fanno tirare !!!) e il loro spirito mercenario . La partita inizia e si vede subito che non sarà per niente facile portare i tre punti a casa oggi , comunque questo poco importa . Oggi saremo circa una quindicina a presenziare sugli spalti . Nulla da segnalare comunque sugli spalti . Per la cronaca : la partita è finita 0 a 0 .
Per il resto chi c’era sa
Volevo concludere salutando un nostro grande amico e compagno di curva : MARIO BASLER TI ASPETTIAMO !!!

 

Prosegui la lettura…

Un film già visto

30 Settembre 2007 Commenti chiusi

Un film già visto

Prosegui la lettura…

Aripareggio

30 Settembre 2007 Commenti chiusi

Aripareggio   Aripareggio   Corneto T.-Civitavecchia 0-0   La notizia bella: il Civitavecchia è ancora imbattuto in gare ufficiali. La notizia brutta: il Civitavecchia non ha mai vinto in gare ufficiali. Si conclude con uno 0-0 l’esordio in Coppa Italia dei nerazzurri impegnati questo pomeriggio sul campo del Corneto Tarquinia. Ad una supremazia territoriale nettissima i ragazzi di Caputo non hanno saputo far seguire una altrettanto limpida vittoria. Dopo un paio di occasioni da rete, la partita si complica a fine primo tempo per l’espulsione (per doppia ammonizione) di Poggi. Il cliché della gara non cambia molto, alla mezz’ora del secondo tempo in particolare tra Gagliardini e Lancioni si sfiora il gol a più riprese senza raccogliere niente di più di un palo e due salvataggi quasi sulla linea. A seguire la squadra anche in questo turno infrasettimanale sono stati una dozzina di ragazzi della gradinata, oltre a molti semplici tifosi presenti sulle gradinate. Proprio il pieno sugli angusti spalti del "Bonelli" impedisce al contingente nerazzurro al seguito, giunto con lieve ritardo sul fischio d’inizio, di posizionarsi in tribuna: si opta quindi per trovar posto vicino alla bandierina. Alla rete gli striscioni di Bad Boys e Brigata Faro e le pezze dei Cv Ultras. Il sostegno è da presenza infrasettimanale, piuttosto rilassato, comunque goliardico. A fine partita un gruppetto di giocatori nerazzurri viene a salutarci e ringraziarci, consolandoci per un risultato certamente non esaltante… Per quanto riguarda la qualificazione, comunque, basterà battere la Caninese al "Fattori", mercoledì 24 ottobreCorneto T.-Civitavecchia 0-0   La notizia bella: il Civitavecchia è ancora imbattuto in gare ufficiali. La notizia brutta: il Civitavecchia non ha mai vinto in gare ufficiali. Si conclude con uno 0-0 l’esordio in Coppa Italia dei nerazzurri impegnati questo pomeriggio sul campo del Corneto Tarquinia. Ad una supremazia territoriale nettissima i ragazzi di Caputo non hanno saputo far seguire una altrettanto limpida vittoria. Dopo un paio di occasioni da rete, la partita si complica a fine primo tempo per l’espulsione (per doppia ammonizione) di Poggi. Il cliché della gara non cambia molto, alla mezz’ora del secondo tempo in particolare tra Gagliardini e Lancioni si sfiora il gol a più riprese senza raccogliere niente di più di un palo e due salvataggi quasi sulla linea. A seguire la squadra anche in questo turno infrasettimanale sono stati una dozzina di ragazzi della gradinata, oltre a molti semplici tifosi presenti sulle gradinate. Proprio il pieno sugli angusti spalti del "Bonelli" impedisce al contingente nerazzurro al seguito, giunto con lieve ritardo sul fischio d’inizio, di posizionarsi in tribuna: si opta quindi per trovar posto vicino alla bandierina. Alla rete gli striscioni di Bad Boys e Brigata Faro e le pezze dei Cv Ultras. Il sostegno è da presenza infrasettimanale, piuttosto rilassato, comunque goliardico. A fine partita un gruppetto di giocatori nerazzurri viene a salutarci e ringraziarci, consolandoci per un risultato certamente non esaltante… Per quanto riguarda la qualificazione, comunque, basterà battere la Caninese al "Fattori", mercoledì 24 ottobre

Prosegui la lettura…

Testa matta

26 Settembre 2007 Commenti chiusi

Un ultra’ del Napoli, Antonio Candida, e’ stato arrestato dagli agenti delle Digos di Catania e Napoli con l’accusa di avere preso parte agli incidenti del 2 febbraio scorso quando fu ucciso l’ispettore di polizia Filippo Raciti.

Secondo quanto si e’ appreso successivamente da fonti investigative Candida farebbe pare del gruppo ‘Teste matte’ che risiede nella curva A dello stadio San Paolo di Napoli.

All’ultra’ era stato inibito l’ingresso all’impianto di Fuorigrotta e quindi essendo impossibilitato a seguire le partite del Napoli quel 2 febbraio si reco’, probabilmente con altri ultra’ azzurri, a Catania per il derby con il Palermo.

Al momento non e’ stato chiarito dalle Questure di Catania e di Napoli se oltre a Candida anche altri ultra’ azzurri quel tragico 2 febbraio si recarono allo stadio Angelo Massimino per partecipare all’aggressione contro polizia e carabinieri.

Antonio Candida, che ha 32 anni, ha ricevuto un’ordinanza di custodia cautelare con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale aggravata e lancio di oggetti contundenti. Candida e’ stato individuato grazie ai filmati relativi agli scontri.

Nella pellicola si vede l’ultra’ napoletano mentre con altri tifosi aggrediva la polizia intervenuta per impedire il contatto tra i tifosi catanesi e quelli palermitani. Candida e’ stato sottoposto al divieto di accesso allo stadio nel febbraio di quest’anno a seguito di una denuncia per detenzione illegale di strumenti atti ad offendere.

Nel dicembre del 2006 a seguito di un controllo, su sorpreso nei pressi dello stadio Marassi di Genova, in occasione dell’incontro di calcio Genoa-Juventus, mentre cercava di nascondere un taglierino. L’ultra’ nel ’97 era gia’ stato sottoposto allo stesso provvedimento.

Prosegui la lettura…

Daspo genovese

26 Settembre 2007 Commenti chiusi

GENOVA, DASPO IN ARRIVO PER SCONTRI PRIMA DEL DERBY

GENOVA 24/09/2007 ore 13:20

Potrebbero scattare già nelle prossime ore i Daspo, ovvero i provvedimenti restrittivi della Questura di Genova per interdire gli stadi a chi si è reso responsabile degli scontri di via Monticelli, ieri pomeriggio, prima del derby. Da ieri sera sono al vaglio i filmati delle telecamere a circuito chiuso delle banche e dei negozi posti in zona, per identificare chi si è reso protagonista della guerriglia. Gli stessi teppisti saranno segnalati alla procura per eventuali provvedimenti giudiziari. Il bilancio della mezz’ora di guerriglia è stato tracciato stamattina dal capo di gabinetto della Questura di Genova, Sebastiano Salvo: sequestrati in tutto venticinque bastoni, nascosti sotto alcune auto, una torcia inesplosa utilizzata per le segnalazioni in mare, e un coltello serramanico. Una dozzina le auto e gli scooter danneggiati. Gli inquirenti stanno anche vagliando la posizione di tre persone, due genovesi e un extracomunitario, che ieri si sono presentati in ospedale per farsi medicare ferite giudicate compatibili con gli scontri. Un altro tifoso sampdoriano è stato invece denunciato per aver preso a cinghiate un genoano a fine partita, nella zona di via Cagliari. Infine, in merito alle polemiche sul mancato intervento delle forze dell’ordine per sedare gli scontri, questa mattina il questore di Genova Salvatore Presenti ha spiegato che "la strategia scelta, in accordo con Roma, è stato quello di non intervenire immediatamente per non surriscaldare ulteriormente gli animi delle due opposte fazioni". "C’era il rischio -ha detto il questore- che di fronte a una carica della polizia si coalizzassero contro di noi richiamando altri tifosi". (Davide Lentini)

Prosegui la lettura…

Fattori di rischio

26 Settembre 2007 Commenti chiusi

Rivalità, orari e criticità strutturali. I fattori di rischio ci sono tutti. Se si aggiunge che Roma e Fiorentina si giocano anche il primato in classifica, il quadro diventa allarmante. Per evitare che la partita di domani sera al Franchi possa mettere a repentaglio la sicurezza dei tifosi, degli agenti e dei residenti del Campo di Marte, la macchina della questura di Firenze si è messa in moto con una settimana di anticipo. Polizia, carabinieri, vigili del fuoco, vigili urbani, Ataf, Trenitalia e Fiorentina si sono seduti allo stesso tavolo per pianificare servizi e strategie.
In cinque giorni sono state fatte cinque riunioni. Tutti i soggetti interessati hanno effettuato diversi sopralluoghi allo stadio e in tutte le zone dove transiteranno i tifosi romanisti. Ieri sera si è riunito in prefettura anche il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica. La strategia delle forze dell’ordine è imperniata soprattutto sulla prevenzione. Il settore ospiti dello stadio ha una capienza di 2432 posti, ma si stima che potrebbero essere circa 5mila i romanisti decisi ad assistere alla partita. Per questo motivo tutti coloro che si presenteranno senza biglietto saranno rispediti al mittente. Posti di controllo saranno allestiti soprattutto nella zona di Firenze sud, con aree di sosta destinate al prefiltraggio lungo il tragitto dell’autostrada del Sole. I treni organizzati e i pullman provenienti da Roma saranno scortati fino all’ingresso dello stadio. Tutti coloro che cercharanno di raggiungere Firenze con auto private saranno accompagnati in cinque aree sosta appositamente individuate per la partita. I tifosi giallorossi, sempre se già muniti di biglietto, potranno usufruire di 750 posti auto nella zona di Firenze sud: sono stati messi a disposizione il parcheggio dell’hotel Sheraton, il parcheggio scambiatore di viale Europa, l’area delle Ferrovie in via Chimera (in fondo a via Spataro), il parcheggio di viale generale Dalla Chiesa (lato fiume nel tratto via Borselli – via Aretina) e l’area di sosta in via Visconti Venosta (da via Orlando verso l’uscita della città). Dai parcheggi, che saranno vigilati dalle forze di polizia, i tifosi potranno raggiungere lo stadio a bordo di bus – navetta dell’Ataf.
Al momento, secondo quanto spiegato dalla prefettura di Firenze, sono stati venduti poco più di seimila biglietti, di cui quasi duemila destinati ai tifosi romanisti. La vendita dei tagliandi è costantemente monitorata per controllare l’afflusso dei supporter giallorossi e proprio per contenere, fin dalla partenza, l’arrivo di persone prive di biglietto. Tutti i controlli all’esterno dello stadio saranno effettuati da polizia, carabinieri, vigili urbani e guardia di finanza. All’interno dello stadio invece, entreranno in azione, oltre a personale delle forze dell’ordine, anche gli steward. Per l’occasione la Fiorentina ha incrementato fino a 500 il numero dei dipendenti che vigileranno sulle gradinate.

http://abbatantuono.blogspot.com/