Home > Dilettanti > X la serie ULTRAS da strada….ora che fanno li interdiscono dalle tutte le autostrade italiane?

X la serie ULTRAS da strada….ora che fanno li interdiscono dalle tutte le autostrade italiane?

6 Febbraio 2009

Pomigliano, scontri durante corteo Fiat:
la polizia impedisce il blocco dell’A1

Alcune decine di operai hanno invaso la sede stradale:
«Siamo in cassa integrazione, vogliamo certezze sul futuro»

 

Il blocco attuato nelle scorse settimane NAPOLI (5 febbraio) – Circa un migliaio di operai della Fiat auto di Pomigliano d’Arco (Napoli), dopo aver occupato l’asse mediano, strada a scorrimento veloce particolarmente trafficata, nei pressi dello svincolo dell’area industriale, si sono diretti verso l’autostrada A1, con l’intento di bloccare la circolazione.

Scontri tra operai e polizia.
L’intervento degli agenti ha impedito inizialmente l’ingresso dei lavoratori sulla sede autostradale dell’A1 nei pressi dello svincolo di Acerra-Afragola. Di qui la reazione degli operai con momenti di forte tensione. Gruppi di operai Fiat sono riusciti a entrare sulla sede autostradale dell’A1 Napoli-Roma passando dalle campagne nella zona fra Afragola ed Acerra. La polizia è intervenuta portando via alcuni manifestanti.

Cinque identificati. Sarebbero cinque i manifestanti portati via dalla polizia per essere identificati. Tra loro ci sarebbe anche un delegato sindacale della Fiat di Pomigliano d’Arco. Gli operai dopo l’intervento della polizia si sono spostati sul ciglio della carreggiata. Il traffico autostradale verso nord è stato deviato sull’asse mediano, da dove era partito il corteo dei lavoratori mentre in direzione sud la circolazione è ripresa regolarmente. Gli operai si sono poi diretti verso i cancelli dello stabilimento di Pomigliano d’Arco percorrendo la statale Nola-Villa Literno, dove si registrano pesanti disagi per la circolazione.

I manifestanti chiedono garanzie per il futuro occupazionale degli oltre 5.000 lavoratori dello stabilimento. La manifestazione è partita dopo aver svolto un’assemblea davanti ai cancelli dello stabilimento automobilistico. «Non ci sono piani produttivi per noi – affermano – e vogliamo capire cosa ne sarà del nostro futuro. Siamo in cassa integrazione da mesi, e chiediamo ora risposte concrete da parte dell’azienda».

La manifestazione di oggi replica quella del 27 gennaio scorso, quando alcuni lavoratori bloccarono la circolazione sull’asse mediano.

 

http://forzangolana.blog.tiscali.it/

 

I commenti sono chiusi.