Archivio

Archivio per la categoria ‘Argomenti vari’

FOTOGRAFANDO ULTRA’

14 Giugno 2008 1 commento

FOTOGRAFANDO SPECIALE EUROPEI

14 Giugno 2008 Commenti chiusi

FOTOGRAFANDO..SPECIALE EUROPEI

14 Giugno 2008 Commenti chiusi

Livorno: Acori contestato da tifosi

14 Giugno 2008 Commenti chiusi

Una domenica indimenticabile

9 Giugno 2008 Commenti chiusi

Sono le scene della festa quelle che rimarranno indelebili nella mente e negli occhi di centinaia di tifosi che ieri hanno sfilato per le vie del centro del capoluogo dorico: da piazza Cavour al Passetto passando per il solito epicentro del delirio totale

L’Ancona in B, la città esplode. Sono le scene della festa quelle che rimarranno indelebili nella mente e negli occhi di centinaia di tifosi che ieri hanno sfilato per le vie del centro del capoluogo dorico: da piazza Cavour al Passetto passando per il solito epicentro del delirio totale, largo XXIV Maggio, davanti alla sede del Comune. Come accade in occasioni del genere, e per fortuna Ancona è una città ormai abituata a festeggiamenti calcistici, i tifosi in festa si sono lasciati andare a scene di follia. Motorini con più persone a bordo, bandiere, striscioni, scene di giubilo in mezzo al Viale bloccato, clacson di centinaia di automezzi, tifosi arrampicati su furgoni e camioncini di fortuna, oppure saliti sui tetti degli autobus, il tutto condito da fumogeni e cori a squarciagola.

Una festa che si è concentrata, almeno per questa volta, lontano dai corsi, soprattutto corso Garibaldi chiuso per lavori. Quella di ieri è stata, tuttavia, pure una domenica di cronaca, l’altra faccia della festa. Ne sa qualcosa S.M., 19 anni, la tifosa anconetana che per cause ancora in corso d’accertamento è stata coinvolta in un incidente stradale durante i festeggiamenti in viale della Vittoria, a pochi metri dall’incrocio con via Giannelli.

Non è chiaro se la malcapitata sia stata investita o se sia finita con lo scooter contro un cassonetto, sta di fatto che sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 che l’hanno trasferita d’urgenza al pronto soccorso di Torrette dove però per fortuna sembra che sia in condizioni tranquillizzanti. L’altra cronaca riguarda le intemperanze dei tifosi, soprattutto i tarantini. In nove sono stati fermati e denunciati dalla Digos perché all’area di servizio Conero Est dell’A/14 hanno scagliato bottiglie di vetro contro un’auto di tifosi anconetani.

Un altro tifoso ospite è stato denunciato perché trovato in possesso di alcune spranghe, mentre un altro ha ricevuto il provvedimento per resistenza a pubblico ufficiale: voleva entrare allo stadio nonostante non avesse il biglietto. Alcune cariche preventive di alleggerimento prima del match nella zona della curva ospite hanno provocato tre carabinieri contusi ed un tifoso pugliese ferito. Sul fronte dorico, due tifosi sono stati denunciati in quanto sorpresi attorno allo stadio sebbene fossero diffidati ed infine due sono stati segnalati in Prefettura visto che erano in possesso di alcune dosi di fumo.

Prosegui la lettura…

EUROPEO ….140 ULTRAS TEDESCHI ARRESTATI…I GIORNALISTI ITALIANO NON NE PARLANO..!!!!

9 Giugno 2008 Commenti chiusi

ALLARME HOOLIGANS

Prosegui la lettura…

ultras almeno per un giorno…by PENNE…NEURO=CONIGLIO!!!

8 Maggio 2008 Commenti chiusi

caro piacentino, io sono 1 ragazzo di penne ke prima scriveva sul muro di forzapenne.it con il nick di PRISCIANDARO. ti ricorderai di me, anke se adesso ho abbandonato quel sito. innanzitutto complimenti per questo blog ke da voce nn al calcio, ma alle esperienze di tifo ke vivono i diretti interessati, ovvero tutti quei ragazzi ke la domenica pagano il biglietto per fare 1 po di casino.
 
io nn sono ultrà per avrei 1 esperienza ultrà da raccontare. i miei amici hanno sempre da ridire su di me ke nn seguo il penne con passione e nn vado a vedere tutte le partite, purtroppo i miei interessi sono altri, però ho sempre seguito le partite "calde", dove cè 1 confronto di tifo ke mi appassiona, come i derby degli altri anni col loreto, le partite contro l’atessa e soprattutto le partite contro i nuovi rivali dell’ANGOLANA. ecco ke quindi 1 domenica prima di natale mi reco allo stadio a vedere il penne contro i nerazzurri, e come mio solito mi metto vicino alla neuro ma stavolta, a differenza delle altre, comincio saltuariamente a partecipare anke al tifo. strano, nn lo faccio mai! anke perkè a me nn piace cantare allo stadio, nn ho nè sciarpette nè bandiere nè niente.
 
appena ricominciato il secondo tempo, noto dei miei amici ke complottano tra di loro e si parlano all’orekkio: io curiosissimo mi avvicino e sento ke ci sono 3-4 tifosi angolani, nell’entrata dall’altra parte dello stadio, ke stanno insidiando dei ragazzini ke passavano di lì, e quindi volevano andare a dar loro il ben servito.
 
incuriosito da questa ghiotta occasione di vedere finalmente 1 po di azione allo stadio, e nn il solito tifo ke sinceramente a me nn dice più di tanto, mi aggiungo al gruppetto ke va dall’altra parte per scontrarsi con i nemici, convinto di potermi vedere degli scontri. risultato? nn solo vedo, ma partecipo anke!
 
arrivo 1 po più tardi rispetto agli altri partiti per primi, e da lontano vedo sulla strada 1 miskia enorme con tantissimi tifosi nerazzurri ke sono usciti dopo la sassaiola dei "neuroni" arrivati. gli angolani escono a iosa, saranno almeno 1 cinquantina, e i poki pennesi superstiti, anke se in casa loro, accusano la minoranza numerica. molti di loro vengono colpiti con le stesse pietre ke hanno lanciato prima, mentre la maggiorparte, 1 po per l’inferiorità numerica, 1 po per l’arrivo degli sbirri, scappa. quando arrivo io molti degli angolani già erano tornati dentro dopo i primi scontri, ne erano rimasti alcuni a scontrarsi con gli ultimi pennesi rimasti ormai in netta ritirata.
 
io, ke ero andato lì con il semplice intento di vedere, rimango coinvolto: vedo gli ultimi supporters biancorossi ke se ne vanno a gambe levate, e dall’altra parte sento gli angolani gridare: "pennesi conigli! conigli!". oramai ero rimasto solo io, 1 altro pennese, e 1 altro in lontananza ke ci stava osservando. io rikiamo tutti i pennesi dicendo di aspettare, tornare indietro e caricare gli angolani visto ke ci stavano apostrofando come conigli; tentativo inutile. i nerazzurri continuano a insultare allorkè io, ferito nell’orgoglio di veder soccombere il nome della mia città, mi giro e da solo vado da questa decina di angolani dicendo se ce l’avevano con me, e ke se nn la smettevano, gli avrei APERTO LA FACCIA.
 
neanke lo vedo ma a questo punto arriva 1 vekkio angolano, tipo di 50 anni, ke senza ke io lo veda mi viene di lato e mi tira 1 colpo in faccia e mi fa cadere, dicendomi: "a ki la apri la faccia tu, pennese di merda". a quel punto arrivano gli altri angolani e mentre sono a terra mi tirano dei calci. io, senza pensarci due volte, inizio a rialzarmi e mentre mi rialzo comincio a tempestare la faccia dell’anziano tifoso angolano di pugni tanto da gonfiargliela, e dico: "a te la gonfio la faccia, pezzo di merda!"
 
continuo a tirare pugni mentre gli altri smettono di tirarmi calci, dopo 1 secondo capisco il perkè, erano arrivati degli sbirri a separarci, mi avevano preso e insieme all’altro pennese rimasto ci hanno fermati, filmandoci e rikiedendoci i documenti.
 
dopodikè ci hanno portato in caserma con 1 volante, il tutto mentre la partita era ancora in atto…..io, in caserma io, ke mai avevo fatto il tifo, ke avevo sempre preso le distanze dagli ultras, ora ero il peggiore degli ultras, il peggiore degli attaccabrighe da stadio, ke stava lì in caserma insieme a 1 altro pennese ke aveva dato false generalità agli sbirri e ora passava guai seri, guai ke per me nn c’erano perkè gli sbirri, dopo 1 ora di attesa, mi hanno fatto andare via senza problemi.
 
ora ankio ho 1 esperienza ultras da raccontare, in quella domenica in cui mi ritrovai hooligan per caso, da solo, a fare a botte con diversi angolani per difendere il buon nome della mia città, penne. io, ke mai avevo fatto parte della neuro.
 

TELEGIORNALE ULTRA’ SECONDA PARTE

26 Aprile 2008 Commenti chiusi

TIFOSI FESTEGGIANO BRUCIANDO AUTO POLIZIA

23/04/2008 – di Sport Alice; Fonte: notizie.sport.alice.it Montreal supera primo turno playoff e fuori stadio fan scatenati

Sono almeno tre le auto della polizia date alle fiamme questa notte dai tifosi a Montreal durante i festeggiamenti improvvisati per celebrare la vittoria in gara-7 su Boston che ha permesso ai Canadiens di superare il primo turno dei playoff di NHL. La televisione LCN ha trasmesso le immagini dell’accaduto da un elicottero e la gente a casa ha potuto osservare i tifosi distruggere un’auto della polizia e poi darle fuoco. La polizia di Montreal ha poi confermato con una nota che sono state almeno tre le auto incendiate a pochi passi dal Bell Centre, poco dopo la vittoria per 5-0 dei Canadiens sui Bruins. "Sono stati effettuati diversi arresti", ha specificato la polizia. "Fortunatamente al momento sembra non ci siano persone gravemente ferite".

Prosegui la lettura…

OLD FIRM, Storia di scontri e taciti accordi

26 Aprile 2008 Commenti chiusi

  

E’ dal lontano 1888 che in Scozia storcono il naso. Celtic e Rangers, "nemiche-amiche"? Un dubbio che va avanti da più di un secolo ma che tutt’ora resta più di una convinzione nell’immaginario degli abitanti della terra di kilt e cornamuse. "Old Firm", letteralmente "Vecchia Azienda". Alla base di questo termine, usato per la prima volta proprio 130 anni fa, ci sono i sospetti di una sorta di tacito accordo tra i due club di Glasgow, che nella loro storia si sono spartiti più di 150 trofei in patria tra Coppe e Campionati.

Dietrologia a parte, di fatto c’è che le divisioni tra la parte White&Green e quella Blues sono sempre state nette. Dispute complesse, basate sulla religione e sulla politica, perlopiù legata alla situazione nordirlandese. Cattolici e Repubblicani i tifosi del Celtic, Protestanti e Lealisti quelli dei Gers. Sette vere e proprie quelle estremiste delle due fazioni, che si sono spesso trovate a confronto e gli scontri hanno talvolta portato anche a morti violente. Entrambi i club hanno ammesso, ma solo in tempi recenti, che c’è di fatto un problema con queste violenze settarie: Celtic e Rangers, di comune accordo con il Parlamento Scozzese, hanno messo al bando tutto ciò che richiamasse alle totali divergenze tra le diverse fazioni, anche se proseguono dissensi su quali tipi di bandiere e cori possano essere ancora accettati nei rispettivi stadi.

Pochi, pochissimi i giocatori che hanno giocato in entrambi i lati dell’Old Firm in oltre cento anni di storia. La grande svolta arrivò nel 1989, con Graeme Souness, che acquistando Mo Johnston dal Nantes: un ex giocatore del Celtic, che aveva annunciato al club cattolico che avrebbe fatto ritorno alla casa madre dopo due anni in Francia. Un trasferimento che destò scalpore e indignazione, soprattutto tra le parti, tanto che al Celtic Park, "MoJo" fu soprannominato "Judas".

Prosegue, anche se con ritmi, toni e contenuti per fortuna più blandi, questa accesa rivalità tra la parte cattolico/repubblicana (Celtic) e lealista/protestante (Rangers), soprattutto tra le tifoserie. Ai piani alti, magari, forse qualcuno continua a lavorare come in quel 1888 per tener viva la Vecchia Azienda, l’"Old Firm". Con ottimi risultati, visto che Celtic e Rangers si spartiscono anche quest anno prima e seconda piazza in Scottish Premier League…

 Fonte: firenzeviola.it

Prosegui la lettura…

TELEGIORNALE ULTRA’

26 Aprile 2008 Commenti chiusi

Ultra’ lancia mazza, arrestato

18/04/2008 – di RAI SPORT ; Fonte: raisport.it Identificato grazie a telecamere, preso nella sua abitazione

Un tifoso della Fermana e’ stato arrestato dalla polizia perche’ la sera del 16 aprile ha lanciato in campo una mazza sfiorando i giocatori. Il fatto e’ accaduto in occasione della finale di Coppa Italia Marche tra le squadre dell’Urbania-Pesaro e della Fermana. L’episodio era stato filmato dalle telecamere. L’ultra’ e’ stato identificato e arrestato nella sua abitazione di Fermo.

Prosegui la lettura…